Il piatto unico insieme a una corretta attività fisica sembra essere la soluzione più gettonata ai problemi di linea. «Una dieta più restrittiva è consentita solo se contemporanea e parallela al movimento», dice il nutrizionista Bruno Piselli, «così, mano a mano che si scende di peso, non si perde tonicità. In questo contesto s’inserisce perfettamente il piatto unico, stagionale e regionale». Basta un po’ di creatività per assaporare pietanze che rispettano la linea e la località dei prodotti: tubetti e piselli, fagiolini all’agro e frittata, pasta o riso al pomodoro fresco, verdure grigliate e insalata di mare, tutto accompagnato da crudità e frutta di stagione. Un occhio di riguardo lo meritano le quantità. «Ognuno di noi sa quanto mangia», conclude Piselli, «ridurre un po’ la quantità è importante». (mds) da il Centro del 11/06/2013